Impastatrice: dal 1800 ai giorni nostri, uno dei tanti modelli 

 

L’impastatrice è un elettrodomestico da cucina che appunto impasta e che ha rivoluzionato l’antica arte bianca e la sapienza manuale della produzione di pane, pasta, dolci e quant’altro. Noi sosteniamo e crediamo che neppure la migliore e più tecnologica delle impastatrici esistente oggi sul mercato, potrà mai sostituire l'arte e la poesia di un impasto fatto a mano.

                              

Le prime impastatrici del 1800 circa erano in legno massiccio presenti in diverse abitazioni rurali. L’impastatrice nella foto, funzionava posizionando l’impasto sulla tavola, poi movendo il lungo braccio di legno si schiacciava e si impastava la pasta del pane.

 

Oggi è decisamente tutta un'altra storia !

Meno poesia, meno fatica, più praticità e più tecnologia. Sul mercato oggi esistono diverse varietà di impastatrici sia per produzioni industriali, che per uso domestico, come la famosa Pastamatic che probabilmente è entrata nella maggior parte delle case italiane.

Le troviamo di ogni dimensione, pesanti e leggere, da banco e da terra, con regolazione di velocità e vari modelli di braccia in acciaio che impastano, per panettieri, amanti del pane e… non solo !!!

Le vasche in cui vengono mescolati gli ingredienti, si trovano da un paio di kg in su, meglio se in acciaio naturalmente. 

 

Molteplici le storie che raccontano il rapporto dell’uomo con l’ impastatrice: la cosa certamente più curiosa, di cui forse pochi sono al corrente, è che proprio ad un’impastatrice è legata la genesi della celebre torta Sacher.

 

In quella che è oggi l’Austria, nel 1832 Klemens von Metternich chiese a Franz Sacher, giovane pasticcere di corte, di realizzare un dolce molto speciale per un altrettanto incontro di corte. Il giovane apprendista pasticcere giocò d’astuzia creando un dolce che con il tempo sarebbe passato alla storia proprio con il suo nome, SACHER TORTA.

 

Dovette poi vedersela con Daniel Peter, l’ inventore di una particolarissima macchina impastatrice e creatore del cioccolato al latte, che rivendicava la creazione del celebre dolce.

Ma Franz Sacher ebbe la meglio.                                                          

 

Negli anni l’impastatrice, come strumento di produzione all’interno delle cucine, ha certamente agevolato la lavorazione di tanti pani, paste e dolci. Per praticità oggi il 99,9% impasta farina, acqua, lievito, ecc… nelle moderne impastatrici elettriche che fanno risparmiare tempo e fatica ai fornai del terzo millennio.

 

Una buona impastatrice permette una buona lavorazione della massa del pane, rendendola liscia ed omogenea, ma le famose “due botte a mano” è senza ombra di dubbio, sempre bene darle… conservando così un pizzico di poesia, assieme al contatto, al calore e alla manualità di quella bianca arte che poi emanerà odore di pane.