"Il pane e la croce" in esposizione a Cantiano, città de pane e della Turba

 

Nemmeno la pioggia ha fermato il pane, la sua mostra e il suo percorso.

Sabato 12 maggio lo staff di panenostro.com ha allestito “Il pane e la croce”, la mostra dedicata al pane e cristianesimo nella sala comunale di Cantiano.

Proprio nel cuore della cultura cantianese, dove la storia ha lasciato il segno, sotto il famoso orologio cittadino, simbolo della città del pane e della turba,

un suggestivo percorso di pannelli si è snodato per i corridoi e le scale del palazzo comunale, portando i visitatori, nella decennale edizione della festa del pane, fino alla sala del consiglio, dove il percorso della mostra trovava il suo fulcro: i pannelli in un abbraccio odoroso facevano corona al grande e maestoso tavolo centrale pieno di antichi cereali (orzo, avena segale…), alle diverse tipologie di pane (quelle stesse tipologie citate nei pannelli), al lievito madre biologico prodotto dallo chef ricercatore Luca Zanchetti fondatore di pane nostro.com e alla sacra Bibbia.

L’esposizione della mostra vedeva anche la proiezione di un video didattico “Il pane dalla terra alla tavola” inerente il ciclo della coltivazione del grano e quello della produzione di pane, entrambi praticati dai nostri nonni e profondamente radicati nel territorio. Aperta per tutta la giornata di sabato e domenica, durante la bella manifestazione che con ottima organizzazione è stata allestita dal comune di Cantiano, la mostra è stata onorata della presenza del sindaco Martino Panico e dell’ assessore Mirko Sebastiani.

La serata di sabato ha toccato l’apice con la presenza del gruppo ministranti della parrocchia S.Maria di Orciano, una quindicina di ragazzi/e capitanati da don Giacomo Ruggeri e da due collaboratrici pastorali. A guidare i ragazzi lungo tutto il percorso della mostra, Luca Zanchetti che ha poi tenuto loro una lezione di circa 40 minuti sul pane nella storia del cristianesimo e sulle diverse tipologie di pane in esposizione e abbinate ai singoli pannelli. Zanchetti ha poi proposto ai ragazzi una breve sintesi del video didattico e la visione di alcuni estratti dello stesso.Come ormai avviene da diversi mesi, lo staff di panenostro.com, ha spacciato ai ragazzi un pezzo di lievito madre biologico assieme ad una piccola dispensa per produrre pane in casa con il lievito madre e prodotti biologici.

Dopo il week-end di festa al centro della manifestazione, la mostra è rimasta ancora esposta al pubblico nella Sala del Consiglio, da lunedì 14 maggio a venerdì 18 maggio, dalle ore 9 alle 13. E per il gran finale, nella mattinata di venerdì 18 maggio, l’ assessore Mirko Sebastiani, ha desiderato una lezione dialogata sul pane, per un gruppo di ragazzi della scuola media di Cagli. La lezione sul tema pane, dalle origini del mondo e dell’uomo e fino ai giorni nostri, tenuta da Luca Zanchetti, ha visto una brillante e simpatica esposizione, adattata alla giovane età dei ragazzi, volta anche a rimarcare in loro la sensibilità per la cura del creato e dei prodotti della terra, nonchè l’utilizzo di prodotti e alimenti sani, genuini, non inquinanti e contaminati dall’industria e dalla chimica, oltremodo dannosi per la salute dell’uomo.

Lo staff di pane nostro.com “ha spacciato” il lievito madre biologico anche a Stefania Calandrini, brillante ed efficiente responsabile dell’Ufficio Turismo, in segno di ospitalità di tutto lo staff responsabile dell’organizzazione della festa del pane del comune di Cantiano. Comune che ha voluto anzi tempo prenotare una seconda esposizione della mostra “Il pane e la croce” in occasione dell’edizione 2013 della Turba di Cantiano, disseminando così semi di felicità sana in tutti quelli, che a vario titolo, hanno contribuito alla realizzazione di questa mostra, che a piccoli passi inizia a scavalcare montagne .