"Il pane e la croce" in esposizione a Fenile alla presenza di autorità civili e religiose

 

In quel di Fenile, domenica 01 luglio 2012, presso gli spazi della parrocchia in festa per le celebrazioni dei Santi Patroni (Pietro e Andrea) unitamente, in via eccezionale per quest’anno, all’ottava edizione della Festa della Campagna organizzata dall’Associazione 4quarti, si è conclusa un’altra tappa del tour della mostra “Il pane e la croce” che continuando il suo viaggio è giunta in pochi mesi all’undicesima esposizione. Presenti alle celebrazioni e ad omaggiare la mostra “Il pane e la croce” con la loro presenza autorità religiose e civili: S.E.Mons.Armando Trasarti, Mons. Giuseppe Tintori Vicario generale della Diocesi nonchè parroco della comunità di Fenile, don Giorgio Giovannelli, don Gianni Petroni, il Sindaco di Fano Stefano Aguzzi, il vice sindaco di Fano Maria Antonia Cucuzza ed Elisabetta Foschi, consigliera regionale Marche.

“Il pane e la croce”, nasce da un’idea dello chef ricercatore Luca Zanchetti, che mosso e animato dalla passione per il pane, prima ne fa un sito web fondando panenostro.com e poi ne promuove e divulga una mostra, “Il pane e la croce” appunto, un itinerario del pane simbolo nella cultura del cristianesimo, con l’intento di portare alla luce il misterioso intreccio della genesi dell’uomo con le origini del pane, attraverso il dito di Dio.

Quale miglior contesto e ospitalità poteva auspicare la mostra !? La mensa eucaristica sull’altare imbandito a festa nella memoria solenne dei santi Pietro e Andrea, patroni della comunità di Fenile e poi il mondo contadino, la campagna e i suoi campi ormai dorati o addirittura freschi e odorosi di un taglio di falce o di mietitura recente.

Sull’altare così come sulle tavole del mondo agreste e contadino da sempre alimenti essenziali … acqua, vino, pane, olio, cibi essenziali che garantiscono all’uomo la sopravvivenza del corpo, ma anche dello spirito, essendo impiegati e presenti in buona parte dei sacramenti.

Armonia perfetta con la filosofia della mostra e dello staff panenostro.com che capitanato da Luca Zanchetti, chef ricercatore, l’ha ideata e promossa, a dimostrazione che ancora una volta … il pane UNISCE. Unisce tutti, di qualsiasi razza o religione, in qualsiasi contesto o ambiente. Ancor di più un pane sano, fatto con quei prodotti che il buon Dio ci dona tramite i frutti della terra, non inquinati e non contaminati da mano d’uomo o da quella della chimica industriale.

Anche il Vescovo Trasarti presiedendo la celebrazione eucaristica, ha sottolineato l’importanza di tornare alle radici e di scoprirne la bellezza e la genuinità, quell’amore per il creato, per la terra e i suoi prodotti che avevamo perduto ma che stiamo andando riscoprendo causa forza maggiore. “L unico settore che non è in crisi è appunto quella dell’agricoltura biologica, biodinamica…” citava il Vescovo.

"Cristo, pane spezzato per l’umanità, sia fonte di benedizione per ognuno di noi",

è la dedica con la quale Mons. Tintori ha lasciato traccia sul libro delle firme che sempre accompagna la mostra nel suo tour.

 

Lo staff pane nostro.com coglie l’occasione gradita per ringraziare don Tintori per l’accoglienza, l’ospitalità e la disponibilità riservataci da cui siamo certi scaturiranno altre opportunità e collaborazioni da condividere.