L'autunno di Zanchetti al Dubai Design Week 2016

 

L’evento dedicato al design nella città mediorientale, alla sua seconda edizione, in scena lo scorso ottobre, ha visto la partecipazione anche del ristorante italiano Sapori di Bice e la performance dello chef/artista Luca Zanchetti.    

Durante l’intera manifestazione infatti presso Sapori di Bice lo chef Zanchetti ha proposto un menù …dai colori d’autunno.                                                                           Ogni ospite ha visto la realizzazione del piatto direttamente al tavolo dalle mani dello chef che sotto gli occhi attenti del cliente componeva il piatto aggiungendo via via ingredienti e tocchi di rifinitura, regalando così una completa esperienza "food design".                           Il piatto realizzato dallo chef Luca Zanchetti è la rappresentazione del sottobosco in autunno, attraverso il cibo ovviamente.                                                                                 Il terriccio altro non è che croccante lievitato sbriciolato, alla curcuma e carbone vegetale.

I cespugli son foglie di cavolo riccio disidratato aromatizzato. Non potevano mancare i funghi... cotti in olio aromatico, il tartufo ridotto a patè e la zucca che circoscrive il bosco nel suo colore dorato.                                                                                                         L’autunno vede protagonista anche il cioccolato, nel piatto rappresentato da un rocheè composto da uno strano ma gradevole abbinamento: cioccolato e fegatini di pollo…provare per credere! Ci sono anche i primi fiocchi di neve realizzati con gustose gocce di crema al formaggio di Fossa.                                                                                                               Ma l’elemento principale è decisamente l’uovo biologico:  otto a bassa temperatura, poi sigillato da una panatura di pane aromatizzata alle erbe e tartufo infine fritto e ricoperto. quasi per protezione, da uno strato di quinoa.                                                                       L’uovo da sempre simbolo di vita, attraverso questo guscio croccante sta proprio a significare il letargo della vita del bosco che dall’ autunno e per tutto l’inverno attende lo sbocciare di una nuova primavera...della vita.                                                                Proprio come quella che attendiamo fiorire nei piatti dello Chef Zanchetti appena rientrato in Italia.