Discorsi di Sant'Agostino

 

«Secondo S. Agostino, il modo in cui si diventa perfetti cristiani si può paragonare al processo di fabbricazione del pane. “Questo pane – disse una volta ai fedeli raccolti per la celebrazione eucaristica – racconta la vostra storia.

È spuntato come grano nei campi.

La terra l’ha fatto nascere, la pioggia l’ha nutrito e l’ha fatto maturare spiga.

Il lavoro dell’uomo l’ha portato sull’aia, l’ha battuto, ventilato, riposto nel granaio e portato al mulino. L’ha macinato, impastato e cotto nel forno. Ricordatevi che questa è anche la vostra storia. Voi non esistevate e siete stati creati, vi hanno portato nell’aia del Signore, siete stati trebbiati dai predicatori del Vangelo. In attesa di farvi cristiani eravate come grano conservato nel granaio. Poi vi siete messi in fila per il battesimo. Siete stati macinati con le opere di penitenza e di purificazione, siete venuti al fonte battesimale, siete stati impastati e siete divenuti, tutti insieme, un’unica pasta. Siete stati cotti nel forno dello Spirito Santo e infine siete diventati pane di Dio». (M. Montanari, Il pentolino magico, p. 53)

Scrivi commento

Commenti: 0